Free Download [Historical Fiction Book] ✓ Signora Ava - by Francesco Jovine Goffredo Fofi Francesco D'Episcopo ¸

By Francesco Jovine Goffredo Fofi Francesco D'Episcopo | Comments: ( 847 ) | Date: ( Apr 06, 2020 )

Un mondo intero in un romanzo l impresa che riesce a compiere Francesco Jovine, scrittore tra i pi arditi del nostro Novecento, in questo che stato il suo libro pi noto e amato, prima di cadere nel dimenticatoio che negli ultimi vent anni ha ingoiato tutto ci che ci ricorda l Italia che eravamo a meno di un paio di eccellenti eccezioni come Il Gattopardo e CristoUn mondo intero in un romanzo l impresa che riesce a compiere Francesco Jovine, scrittore tra i pi arditi del nostro Novecento, in questo che stato il suo libro pi noto e amato, prima di cadere nel dimenticatoio che negli ultimi vent anni ha ingoiato tutto ci che ci ricorda l Italia che eravamo a meno di un paio di eccellenti eccezioni come Il Gattopardo e Cristo si fermato a Eboli Il mondo che Jovine ritrae, infatti, lo stesso di quei due capolavori, e di quel mondo il romanzo intreccia storie ed emozioni nuove quelle di Pietro e Antonietta e del loro contrastatissimo a a vecchie credenze e leggende risalenti ai tempi mitici della gnora Ava , dure a morire in una comunit contadina quale il Molise, tra il 1859 e il 1860, alla vigilia dell Unit d Italia e della fine del regno borbonico Fatto sta che in questo mondo sospeso tra un presente immobile e un passato che non passa, tra le beghe di paese, il notabile, il curato, il maestro, il proprietario e il bracciante, ecco che a un tratto fa irruzione la Storia con i suoi protagonisti Garibaldi Vittorio Emanuele II, il re straniero che combatte contro Francesco II di Borbone le truppe dei vincitori che compiono razzie e seminano morti i gruppi sbandati dei vinti L impatto brusco, il pacato ritmo del paese ne esce sconvolto molti giovani partono, il curato inneggia alla libert , i notabili tremano per le sorti dei loro beni Pietro, denunciato alla Guardia Nazionale, costretto a fuggire nottetempo suo malgrado imparer a uccidere, rubare e saccheggiare, e finir per scappare con la nobile Antonietta, coinvolgendola nella sua vita di brigante in fuga verso lo Stato pontificio Immobilismo e azione, folklore e storia, tradizione e futuro quanti romanzi riescono a mescolare cos tanti registri Non a caso la critica ha evocato, a proposito di Jovine, il realismo magico di un Garc a M rquez per questa capacit di trasporre un pezzo vivido di realt in un tempo sospeso tra il fantastico e il mitico.


  • Title: Signora Ava
  • Author: Francesco Jovine Goffredo Fofi Francesco D'Episcopo
  • ISBN: 9788860365217
  • Page: 319
  • Format: Hardcover

About Author:

Francesco Jovine Goffredo Fofi Francesco D'Episcopo

Francesco Jovine Guardialfiera, 9 ottobre 1902 Roma, 30 aprile 1950 stato uno scrittore, giornalista e saggista italiano Marito della pedagogista Dina Bertoni e zio del poeta e scrittore Augusto Muscella, l autore di due tra i pi importanti romanzi del Novecento Signora Ava e Le terre del Sacramento.Nato in Molise da Amalia Loreto e da Angelo Jovine, una famiglia di contadini nella cui casa era presente una discreta biblioteca, mostr un interesse molto precoce per la letteratura Fu cos che abbandon presto gli studi iniziati nell Istituto tecnico di Larino per frequentare la scuola magistrale di Velletri e poi di Citt Sant Angelo, dove si diplom nel 1918 Insegnante in scuole private di Maddaloni e di Vasto, continu a studiare per proprio conto soprattutto la filosofia di Croce e di Gentile Dopo il servizio militare svolto a Roma, ottenne l abilitazione magistrale nel 1923 insegnando a Guardialfiera e, dal 1925, a Roma, dove si laure nella Facolt di magistero e divenne direttore didattico.Curatore della rubrica letteraria delle riviste Italianissima e I diritti della scuola , si schier a favore del realismo in letteratura nel 1928, anno in cui spos Dina Bertoni, scrisse la commedia Il burattinaio metafisico, una satira della drammaturgia pirandelliana La riaffermazione del realismo e una critica del dannunzianesimo altres presente nel suo primo romanzo, pubblicato nel 1934, Un uomo provvisorio, vicenda di un decadente che vive in citt ma ritrova i valori autentici della vita nel proprio paese di origine La censura fascista proib il libro con l accusa di disfattismo Un tema analogo presente in Ragazza sola, pubblicato a puntate nel 1937 in I diritti della scuola.Avvicinatosi al marxismo e insofferente del regime imperante, nel 1937 prefer allontanarsi dall Italia con la moglie accettando un incarico di insegnante a Tunisi e poi a Il Cairo Rientrarono in patria nel maggio del 1940, e Jovine pubblic la raccolta di racconti Ladro di galline, nei quali sono protagonisti giovani intellettuali di provincia che cercano di inserirsi in citt e lo stesso mondo contadino, poverissimo ma sempre guardato con nostalgia.In questo periodo fu collaboratore delle riviste Oggi e L Italia letteraria, e dei quotidiani Il Mattino, Il Popolo di Roma e Il Giornale d Italia, dove pubblic nel 1941 una serie di articoli sul suo Molise, che saranno raccolti in volume e pubblicati postumi nel 1967 con il titolo Viaggio in Molise Nel 1942, dopo una lunga gestazione, apparve il romanzo Signora Ava, ambientato negli anni del passaggio del paese nativo di Guardialfiera dal Regno borbonico al Regno d Italia, durante il quale nulla cambia per i contadini del paese rimane il latifondo che li condanna a un destino di miseria e rimane al potere la vecchia classe dirigente.Dopo l 8 settembre 1943 ader alla Resistenza e nel 1945 pubblic la raccolta di novelle L impero in provincia, una satira del fascismo di provincia Dello stesso anno il racconto Il pastore sepolto, narrazione della progressiva rovina di una famiglia di contadini benestanti Meno felici, nel 1948, furono i risultati dei racconti Tutti i miei peccati e Uno che si salva, e della commedia Giorni che rinasceranno, di ambientazione borghese.S iscrisse al Partito comunista e collabor a l Unit , Vie Nuove e Rinascita L ultimo romanzo di Jovine, che costituisce anche il suo capolavoro, Le terre del Sacramento, pubblicato nel 1950 pochi giorni dopo la prematura morte dello scrittore, e vincitore del Premio Viareggio Vi si narrano le vicende, negli anni del primo dopoguerra, di un antico feudo ecclesiastico che va in rovina a causa dell incapacit e degli sperperi del proprietario Enrico Cannavale La moglie Laura prende in mano l amministrazione e si giova dello studente socialista Luca Marano per convincere i contadini che, lavorando le sue terre, potranno goderne un giorno Le promesse vengono disilluse e la rivolta dei contadini,



Comments Signora Ava

  • Roberta

    Nella mia ricerca di un libro ambientato in Molise per un viaggio letterario nelle regioni d'Italia mi sono imbattuta in Jovine, che non conoscevo. Una superficiale ricerca in Google mi ha dato l'idea che fosse uno scrittore ingiustamente dimenticato, ma a fine lettura posso direche, pur essendo una buona storia, non coinvolge come Il Gattopardo, o quel Cristo si è fermato a Eboli a cui il sito dell'editore lo accosta.Ci troviamo appunto nelle campagne molisane, alla vigilia dell’Unità d’I [...]


  • Chiara Tinelli

    Già dalle prime pagine si capisce che Signora Ava è un capolavoro dimenticato della nostra letteratura nazionale: racconta la vita di un paesino molisano, Guardalfiera, nel periodo di passaggio dal regno dei Borbone all'Unità d'Italia, e lo fa con una grazia e un lirismo che sono quasi d'altri tempi. Non a caso Jovine aspirava a riallacciarsi al verismo di Giovanni Verga, conferendo alla sua opera una marcata connotazione regionale e mettendo in scena la gente del popolo, gli umili contadini [...]


  • L'amaca di Euterpe

    Libro inutile, scritto senza passione, che racconta poco e nulla del periodo della conquista dei Savoia, coi garibaldini, verso il sud Italia. Storia non approfondita, critica sociale non presente, rapporto col lettore assente, cosa c'è in questo libro? MahRingrazio il cielo che alle superiori non abbia dovuto leggerlo o tentare di schivarlo preferendo altri mattoni che hanno solo il potere di allontanare il lettore dalla lettura.Qui la mia recensione sul mio blog amacadieuterpe.wordpress/2


  • Mimonni

    ho amato questo libro perché tanto insegna sulla storia del nostro paese pur svolgendosi in un piccolo borgo con i suoi abitanti appartenenti a diverse classi sociali. personaggi molto vivi che hanno vissuto e lottato per l’unità d’Italia trovandosi quasi inconsapevolmente in mezzo ad eventi storici e spesso in loro balia.


  • incipit mania

    IncipitDon Matteo Tridone si schermiva dal sole per guardare la siepe che aveva di fronteSignora Ava incipitmania


  • Diana

    Riscoperta Autori Minori Letterari.Dovere universitario.Analizzare il romanzo mi ha fatto comprendere il vero senso della vicenda e lo scopo che voleva raggiungere -e che raggiunge- l'autore.


Your email address will not be published. Required fields are marked *
Name *
Email *
Website
  • Free Download [Historical Fiction Book] ✓ Signora Ava - by Francesco Jovine Goffredo Fofi Francesco D'Episcopo ¸
    319 Francesco Jovine Goffredo Fofi Francesco D'Episcopo
  • thumbnail Title: Free Download [Historical Fiction Book] ✓ Signora Ava - by Francesco Jovine Goffredo Fofi Francesco D'Episcopo ¸
    Posted by:Francesco Jovine Goffredo Fofi Francesco D'Episcopo
    Published :2020-01-22T14:01:16+00:00